Silvana Lonardi

2016 © Silvana Lonardi

Silvana Lonardi

IRONIA ED ELEGANZA  di  Claudio STRINATI

(dal catalogo della mostra “L’arca delle muse”)


IL lavoro di Silvana Lonardi può sembrare quello che non è. Si manifesta, infatti, come ironia pura, cultura sottile e perfettissima eleganza. E non che con queste cose non ci siano. Eccome, eppure questi quadri hanno un fascino curioso e garbato, che non è solo disincantato e sorridente compiacimento.


                                                                       

Continua a leggere…


Articoli

Articolo di Claudio Strinati

ANIMALI NATURALMENTE  di   Fulco PRATESI

(dal catalogo della mostra “L’arca delle muse”)


Animali naturalmente. E gatti se possibile.

L’arte pittorica di Silvana Lonardi ruota su questi soggetti.

E li tratta con sapiente ironia e profonda conoscenza.
Perché Silvana gli animali li ama.

Continua a leggere…


Articolo di Fulco Pratesi

L’interprétation singulière du Quattrocento   di Lia KASPER

(da: La Gazette de Morges - per la mostra “Libertas Bestiarum”)


Silvana LONARDI, établie à Florence depuis trente ans, révèle dans ces peintures une grande affinité pour cette ville d’importance primordiale dans l’art du Quattrocento.

Continua a leggere…


Animali immersi nell’eterno   di   Pier Francesco LISTRI

Da: IL PORTOLANO DELL’ARTE

IL GIORNALE DELLA TOSCANA-venerdì 1° luglio 2005


Rieccola e quanto cresciuta artisticamente, sebbene sulla sua naturale e ben nota da sempre perizia e ironia. Silvana Lonardi (artista di notorietà internazionale, già presente a Tokyo, al Grand Palais di Parigi, a Orleans e in Svizzera) che espone parche e straordinarie opere  nella quiete elegante della libreria “Antica Baccani”, la libreria di Porta Rossa che i fiorentini ben conoscono.

Articolo di Lia Casper

Continua a leggere…


Articolo DI Pier Francesco Listri

SILVANA LONARDI E LA SUA ARCA     di   Simona VENUTI

(dal catalogo della mostra romana “l’arca delle muse”)


Nella valle abitata dagli uomini, e velata da un crepuscolo fondo, solo di tanto in tanto è dato scorgere vestigia divine.

Continua a leggere…


Articolo di Simona Venuti